02 55 55 111 Lun-Sab 9.00-21.00

Decreto sviluppo 2012: cosa cambia per le assicurazioni

pubblicato da il 5 ottobre 2012
Decreto sviluppo 2012: cosa cambia per le assicurazioni

Finalmente approvato dal Consiglio dei Ministri in data 4 ottobre 2012 il nuovo Decreto Sviluppo che contiene, tra le altre cose, anche importantissime novità che riguardano il settore delle assicurazioni. Il Decreto, al quale hanno lavorato oltre al Capo del Governo Mario Monti i ministri Passera, Grilli, Barca, Profumo, Patroni Griffi e il sottosegretario Catricalà, ha da questo momento 60 giorni di tempo per essere convertito in legge dal Parlamento italiano. Vediamo nel dettaglio cosa cambia per le Assicurazioni.

  • Abolizione del tacito rinnovo: era nell’aria che il tacito rinnovo dei contratti di assicurazione sarebbe stato soppresso, in deroga all'art. 1899, commi 1 e 2 del codice civile. Il contratto di assicurazione obbligatoria della responsabilità civile derivante dalla circolazione dei veicoli a motore e dei natanti ha dunque, d’ora in poi, validità massima di un anno. Tale disposizione si applica anche agli altri contratti assicurativi eventualmente stipulati in abbinamento a quello RC Auto.
    Questa norma ovviamente favorirà la concorrenza poiché l'assicurato sarà libero di cambiare compagnia più facilmente. Allo stesso tempo, però, aumenteranno molto probabilmente i casi di coloro che dimenticheranno la data di scadenza dell’assicurazione, circolando senza copertura. È in arrivo una valanga di multe?
  • Lotta alle truffe assicurative: la prevenzione delle frodi assicurative nel settore della responsabilità civile derivante dalla circolazione dei veicoli a motore, relativamente alle richieste di risarcimento e di indennizzo e all'attivazione di sistemi di allerta preventiva contro i rischi di frode, passa adesso sotto la tutela dell’IVASS, il nuovo istituto di vigilanza che sostituisce l’ISVAP.
    Compiti specifici dell’IVASS sono:
    • analizzare, elaborare e valutare le informazioni desunte sia dall'archivio informatico integrato, che quelle ricevute dalle imprese di assicurazione e dagli intermediari, al fine di individuare i casi di sospetta frode e di stabilire un meccanismo di allerta preventiva;
    • richiedere informazioni e documentazione alle imprese di assicurazione e agli intermediari per individuare fenomeni fraudolenti ed acquisire informazioni sull'attività di contrasto attuate contro le frodi;
    • segnalare alle imprese di assicurazione e all'autorità giudiziaria preposta i profili di anomalia riscontrati, invitandole a fornire informazioni in ordine alle indagini avviate al riguardo, ai relativi risultati e alle querele eventualmente presentate;
    • fornire collaborazione alle imprese di assicurazione, alle forze di polizia e all'autorità giudiziaria ai fini dell'esercizio dell'azione penale per il contrasto delle frodi assicurative;
    • promuovere ogni altra iniziativa, nell'ambito delle proprie competenze, per la prevenzione e il contrasto delle frodi nel settore assicurativo;
    • elaborare una relazione annuale sull'attività svolta a fini di prevenzione e contrasto delle frodi e formulare proposte di modifica della disciplina in materia di prevenzione.
  • Archivio informatico integrato: tale archivio verrà utilizzato dall’IVASS per combattere il fenomeno delle frodi. Sarà connesso alle banche dati dei più importanti istituti del settore assicurativo e automobilistico, tra cui ad esempio la Banca Dati Sinistri, la Banca Dati degli Attestati di Rischio, il PRA e la CONSAP.
    Il Decreto Sviluppo ha stabilito anche le modalità di connessione all’archivio integrato, i termini, le modalità e le condizioni per la gestione e conservazione dell'archivio e per l'accesso al medesimo, nonché gli obblighi di consultazione dello stesso da parte delle imprese di assicurazione in fase di liquidazione dei sinistri.
  • Istituzione del contratto base: si tratta di una norma creata per favorire una scelta contrattuale maggiormente consapevole (e vantaggiosa) da parte del consumatore. Il cosiddetto "contratto base" di assicurazione obbligatoria della responsabilità civile, è definito e articolato secondo classi di merito e tipologie di assicurato. Sono altresì definiti i casi di riduzione del premio e di ampliamento della copertura applicabili allo stesso contratto. Ciascuna compagnia assicurativa determina liberamente il prezzo del "contratto base" e delle ulteriori garanzie e clausole e formula, obbligatoriamente, la relativa offerta al consumatore anche tramite il proprio sito web o mediante link ad altre società del medesimo gruppo, ferma restando la libertà di offrire separatamente qualunque tipologia di garanzia aggiuntiva o diverso servizio assicurativo. L'offerta deve utilizzare un modello elettronico predisposto dal Ministero dello sviluppo economico in modo che ciascun consumatore possa ottenere un unico prezzo complessivo annuo secondo le condizioni indicate ed eventuali clausole.
Vota la news:

Valutazione media: 4,0 su 5 (basata su 17 voti)

Offerte confrontate

Confronta le migliori offerte di assicurazioni on line su Facile.it e risparmia fino a 500€ sulla polizza auto. Bastano 3 minuti!

Compagnie assicurative

Scopri le informazioni e i prodotti delle compagnie del mercato italiano.

Compagnie assicurative

Argomenti in evidenza

Scopri tutte le risorse di Facile.it sui temi più importanti e d'attualità del settore assicurativo.

Guide alle assicurazioni