89 26 26* Lun-Sab 9.00-21.00

Assicurazioni auto: le novità entrate in vigore negli ultimi dodici mesi

pubblicato da il 1 giugno 2016
Assicurazioni auto: le novità entrate in vigore negli ultimi dodici mesi

Negli ultimi dodici mesi sono cambiate tante cose in materia di assicurazioni auto, grazie all'entrata in vigore di numerose novità che hanno modificato in modo sostanziale le abitudini degli automobilisti italiani. E altri cambiamenti sono attesi nei prossimi mesi se passeranno gli emendamenti dell'annunciato Ddl Concorrenza, a cominciare dagli sconti obbligatori sulle tariffe per chi fa installare la scatola nera auto.

Ma torniamo alle novità già in vigore, dall'attestato di rischio elettronico all'abolizione del contrassegno sul parabrezza, come ci ricorda il sito di Quattroruote.

  • Attestato di rischio elettronico

Dal 1° luglio 2015 l’attestato di rischio, ovvero il documento che descrive la storia assicurativa dell'intestatario indicando la classe universale (CU) di appartenenza e il numero di sinistri nei cinque anni precedenti, non viene più consegnato in forma cartaceo ma è disponibile soltanto in formato elettronico. Gli assicurati possono consultare, scaricare ed eventualmente stampare il documento dall'area riservata della propria compagnia d'assicurazione.

  • Certificato di assicurazione a bordo

Il certificato di assicurazione deve sempre essere a bordo dell’auto: si tratta infatti di un documento fondamentale, in caso di incidente, per identificare la compagnia assicurativo dell'altro o degli altri veicoli coinvolti e la relativa copertura RC auto.

  • Via il contrassegno dal parabrezza

A partire dal 18 ottobre 2015 gli automobilisti non sono più obbligati a esporre sul parabrezza del proprio veicolo il tradizionale tagliando cartaceo, che certifica la corretta copertura assicurativa per la responsabilità civile, in quanto i controlli sulla RC auto avvengono adesso tramite la lettura elettronica della targa. Tale lettura viene effettuata di persona dalle Forze dell’Ordine nel corso di un posto di blocco, oppure su segnalazione dei dispositivi elettronici di rilevazione a distanza.

  • I giorni di tolleranza

Come è noto, la polizza RC auto ha una durata annuale e non si rinnova più tacitamente: alla scadenza va quindi stipulata una nuova assicurazione, ma la compagnia è comunque obbligata a mantenere la copertura assicurativa per un massimo di 15 giorni (periodo di tolleranza) dopo la data di scadenza del contratto.

  • Sanzioni più pesanti per chi circola senza assicurazione

L’assicurazione RC auto è obbligatoria per legge: chi circola sulle strade italiane senza aver stipulato l’apposita polizza è sanzionato con una pesantissima multa da 841 a 3.366 euro e il sequestro del veicolo.

Vota la news:

Valutazione media: 4,0 su 5 (basata su 17 voti)

Offerte confrontate

Confronta le migliori offerte di assicurazioni on line su Facile.it e risparmia fino a 500€ sulla polizza auto. Bastano 3 minuti!

Compagnie assicurative

Scopri le informazioni e i prodotti delle compagnie del mercato italiano.

Compagnie assicurative

Argomenti in evidenza

Scopri tutte le risorse di Facile.it sui temi più importanti e d'attualità del settore assicurativo.

Guide alle assicurazioni