89 26 26* Lun-Sab 9.00-21.00

Assicurazioni auto: tariffa unica per gli automobilisti virtuosi, l’iter va avanti

pubblicato da il 16 settembre 2015
Assicurazioni auto: tariffa unica per gli automobilisti virtuosi, l’iter va avanti

Sono settimane decisive nel mondo delle assicurazioni auto in Italia: entro fine mese, infatti, è previsto l’approdo in Parlamento del Ddl Concorrenza che contiene diverse novità in materia di RC auto, una delle quali, la più importante, riguarda l’introduzione della cosiddetta tariffa unica nazionale per gli automobilisti virtuosi. In pratica la norma prevede che dopo cinque anni senza incidenti e con la scatola nera installata, gli assicurati possano usufruire della miglior tariffa media RC auto d’Italia, a prescindere dalla provincia di residenza.

Ha fatto il punto della situazione l’On. Leonardo Impegno del PD, principale promotore del provvedimento in questione che porta la firma anche di Luigi Di Maio del M5S. Impegno ha spiegato che sarà l’IVASS, dopo un’attenta verifica trimestrale sui dati relativi ai sinistri, ad applicare ai residenti nelle regioni con costo medio del premio superiore alla media nazionale (e che non abbiano avuto incidenti stradali per un periodo pari ad almeno cinque anni e che abbiano installato una scatola nera) una percentuale di sconto minima tale da commisurare la tariffa loro applicata a quella delle regioni dove il costo medio del premio è invece inferiore alla suddetta media.

Ciò significa per esempio che gli automobilisti campani virtuosi, che oggi sborsano loro malgrado un premio annuo triplicato rispetto ai colleghi valdostani o trentini, pagheranno quanto questi ultimi, eliminando di fatto la netta discriminazione territoriale ed economica tra le varie province italiane.

Il cammino però è ancora lungo e, nonostante la norma sia stata votata all’unanimità in Commissione Attività Produttive, in Aula potrebbe ancora succedere di tutto, con le lobby delle assicurazioni pronte a dare battaglia per affossare il provvedimento. Le compagnie punteranno su alcuni aspetti controversi della tariffa unica: il pericolo di aumento delle frodi, il problema della copertura economica (ma le minore entrate, assicura l’On. Impegno, sarebbero compensate dal maggior numero di assicurati) e, per finire, l’effettiva applicabilità di una norma che di fatto interviene sul modo in cui società private devono stabilire un prezzo in un libero mercato. Tutti nodi che vanno sciolti in tempo se si vuole ottenere approvazione definitiva del Parlamento. Ma i promotori non hanno dubbi: “Tutte le forze politiche hanno dato il loro ok, il provvedimento è stato votato all’unanimità e verrà votato anche alla Camera. Difficile che venga messo in discussione”. Vedremo.

Vota la news:

Valutazione media: 5,0 su 5 (basata su 20 voti)

Offerte confrontate

Confronta le migliori offerte di assicurazioni on line su Facile.it e risparmia fino a 500€ sulla polizza auto. Bastano 3 minuti!

Compagnie assicurative

Scopri le informazioni e i prodotti delle compagnie del mercato italiano.

Compagnie assicurative

Argomenti in evidenza

Scopri tutte le risorse di Facile.it sui temi più importanti e d'attualità del settore assicurativo.

Guide alle assicurazioni