02 55 55 111 Lun-Sab 9.00-21.00

Assicurazioni auto: come funziona il risarcimento danni da terremoto

pubblicato da il 4 novembre 2016
Assicurazioni auto: come funziona il risarcimento danni da terremoto

Sono in molti a chiedersi cosa prevedono le norme sulle assicurazioni auto in caso di danni alle vetture causati da un terremoto: una domanda quanto mai attuale alla luce delle recenti scosse che hanno devastato parte del centro Italia, provocando il crollo di numerosi edifici, anche storici, ma anche la distruzione o quanto meno il danneggiamento di moltissime automobili parcheggiate lungo le strade e in garage.

Innanzitutto va subito detto che la normale la polizza Rc auto, obbligatoria per tutti i veicoli, non implica alcun rimborso per i danni da sisma, visto che com'è noto copre soltanto i danni derivanti dalla circolazione. Quindi per sperare di ottenere un risarcimento in caso di terremoto è necessario applicare alla polizza assicurativa una garanzia accessoria (ovviamente bisogna farlo prima che accada il sisma), assicurando la vettura contro gli “eventi naturali”. Il costo di questa garanzia può variare in base alla zona di residenza (in quelle considerate a rischio il prezzo sarà senza dubbio più alto), anche se adesso c'è il pericolo che a causa delle frequenti scosse di terremoto succedutesi negli ultimi mesi, qualche compagnia assicuratrice possa rifiutarsi di stipularla.

Attenzione però a due aspetti molto importanti. Il primo riguarda l'elenco dei sinistri risarcibili con la suddetta polizza: la dicitura “eventi naturali” è infatti molto generica e per godere del risarcimento è assolutamente necessario che nel contratto assicurativo, insieme agli eventi più frequenti come grandine, alluvioni e trombe d'aria, siano espressamente indicati anche i terremoti. Il secondo aspetto riguarda invece l'eventuale penalità in caso di polizze con le clausole limitative di franchigia e scoperto. A questo proposito vi consigliamo di comparare con attenzione le offerte delle assicurazioni online per trovare la più conveniente.

Altre cose da sapere sul risarcimento per i danni alle vetture causati da un terremoto riguardano il calcolo dei danni stessi, che si effettuano non sulla potenza del sisma, misurata dalla scala Richter, ma sull'intensità, rilevata dalla scala Mercalli, e la possibilità di chiedere la sospensione della RC auto: coloro che hanno avuto la macchina o la moto danneggiata dal terremoto possono infatti domandare lo stop momentaneo dell'assicurazione (fino a 18 mesi), per poi riattivarla quando cominceranno a riutilizzare la propria vettura. In questo caso la classe di merito rimane la stessa per 5 anni. Chi invece ha perso la vettura perché è andata completamente distrutta, ha diritto al rimborso del premio pagato e non goduto al netto delle tasse.

Vota la news:

Valutazione media: 5,0 su 5 (basata su 18 voti)

Offerte confrontate

Confronta le migliori offerte di assicurazioni on line su Facile.it e risparmia fino a 500€ sulla polizza auto. Bastano 3 minuti!

Compagnie assicurative

Scopri le informazioni e i prodotti delle compagnie del mercato italiano.

Compagnie assicurative

Argomenti in evidenza

Scopri tutte le risorse di Facile.it sui temi più importanti e d'attualità del settore assicurativo.

Guide alle assicurazioni