02 55 55 111 Lun-Sab 9.00-21.00

Assicurazione contro le calamità naturali: obbligatoria anche in Italia?

pubblicato da il 4 agosto 2014
Assicurazione contro le calamità naturali: obbligatoria anche in Italia?

Non passa anno senza che rispunti fuori l’annosa discussione se rendere o meno obbligatoria anche in Italia, come succede in altri Paesi, l’assicurazione sui fabbricati contro le calamità naturali. Questa volta però potrebbe essere quella buona, visto che anche il Ministro dello Sviluppo Economico, Federica Guidi, sembra propensa ad avviare l’iter, ingolosita dalla prospettiva di far risparmiare allo Stato parte di quei 3 miliardi di euro che ogni vanno via in risarcimenti per i danni provocati dalle catastrofi naturali.

Una cifra considerevole ma non immotivata, se pensiamo che l'Italia, a causa della particolare conformazione morfologia del suo territorio (ma anche per l’improvvido intervento dell’uomo negli ultimi decenni), è al secondo posto in Europa tra le nazioni a rischio sismico e al sesto per il pericolo di inondazioni. E se in paesi come gli Stati Uniti, il Giappone, la Spagna e la Francia hanno già optato da tempo per dei sistemi che si basano sulla collaborazione tra pubblico e privato, ripartendo fra Stato e compagnie assicuratrici la responsabilità del risarcimento in caso di sinistro, è forse bene che cominci seriamente a pensarci anche l’Italia. Anche perché l’attuale modello, che prevede la ripartizione delle spese tra i cittadini attraverso la fiscalità, con le risorse pubbliche ridotte all’osso non sembra più percorribile.

A questo proposito dal mondo assicurativo è recentemente partita un’interessante proposta, secondo la quale lo Stato dovrebbe continuare a partecipare a una predeterminata percentuale del danno subito, mentre la quota di rischio esclusa dall'intervento pubblico sarebbe invece coperta da una polizza privata e obbligatoria, sottoscritta dai proprietari del fabbricato o dell’abitazione. Questo sistema garantirebbe un grande beneficio non solo per i conti pubblici (almeno un miliardo di euro di risparmio ogni anno) ma anche per i cittadini, che godrebbero di una maggiore tempestività nei risarcimenti e di importanti sgravi fiscali, grazie a opportuni incentivi volti a contenere i costi dell’assicurazione. Senza contare che tutto ciò porterebbe anche a una progressiva riqualificazione del patrimonio edilizio nel nostro Paese.

Tutta via non sono pochi, e non del tutto a torto specialmente in tempi come questi, quelli che vedrebbero l’introduzione dell’assicurazione obbligatoria sui fabbricati come una nuova e sanguinosa tassa sulla casa. Un rischio che però si vuole evitare a tutti i costi.

Vota la news:

Valutazione media: 4,0 su 5 (basata su 17 voti)

Offerte confrontate

Confronta le migliori offerte di assicurazioni on line su Facile.it e risparmia fino a 500€ sulla polizza auto. Bastano 3 minuti!

Compagnie assicurative

Scopri le informazioni e i prodotti delle compagnie del mercato italiano.

Compagnie assicurative

Argomenti in evidenza

Scopri tutte le risorse di Facile.it sui temi più importanti e d'attualità del settore assicurativo.

Guide alle assicurazioni