02 55 55 111 Lun-Sab 9.00-21.00

Assicurazione auto: prezzi in calo nel quarto trimestre 2014

pubblicato da il 9 aprile 2015
Assicurazione auto: prezzi in calo nel quarto trimestre 2014

Calano ancora i prezzi dell’assicurazione auto: secondo il bollettino statistico IPER commissionato dall’IVASS, la tariffa media della garanzia RC auto nel quarto trimestre 2014 è stata pari a 475 euro, con una diminuzione su base trimestrale del -2,8%. La variazione del prezzo medio su base annuale rispetto al quarto trimestre 2013 si è invece attestata a -7,8%, quella mediana al -7,3%.

Più specificatamente, tra il 1° ottobre e il 31 dicembre 2014 il 50% degli assicurati ha pagato in media più di 428 euro, il 90% meno di 740 euro e solo il 10% meno di 265 euro. Il trend mensile dei prezzi durante lo scorso anno è risultato decrescente e non monotono: la diminuzione più significativa si è registrata nel mese di gennaio (-2,9%), mentre nei restanti mesi della prima metà dell’anno la riduzione dei prezzi è proseguita in misura più contenuta. Dopo un’improvvisa impennata delle tariffe RC auto avutasi a luglio (+2,1%), ad agosto e settembre il trend di riduzione (-4,1%) è tornato a consolidarsi in maniera ancor più netta.

Per quanto riguarda invece l’incidenza sui prezzi dell’assicurazione auto di nuove formule pensate per l’abbattimento delle tariffe come l’ispezione preventiva (la clausola facoltativa di ispezione che prevede il controllo del veicolo prima della stipula del contratto in cambio di una riduzione del premio) e il risarcimento in forma specifica (in caso di sinistro non “a colpa” l’assicurato si rivolge per la riparazione del danno alle officine convenzionate con la propria compagnia), la prima è ancora scarsamente diffusa nel mercato italiano (appena lo 0,1%), tanto che viene utilizzata da una sola compagnia. Il risarcimento in forma specifica è invece presente nel 10,7% dei contratti a livello nazionale: tali contratti costano in media il 4,8% in più rispetto a quelli con risarcimento in modalità standard (506 euro contro 482). Quindi per il momento il beneficio di tale clausola ancora non si vede, probabilmente perché è poco diffusa nelle province meno sinistrose (nord-est) e, viceversa, molto utilizzata nei contratti dei residenti nelle province del centro-sud (a Caserta addirittura il 23%).

Infine, spulciando i dati su base territoriale, gli andamenti per provincia hanno indicato le seguenti variazioni annuali: Milano -7,8%, Bologna -7,4%, Roma -7,5%, Napoli -8,7% e Palermo -5,8%. Non male.

Vota la news:

Valutazione media: 4,0 su 5 (basata su 17 voti)

Offerte confrontate

Confronta le migliori offerte di assicurazioni on line su Facile.it e risparmia fino a 500€ sulla polizza auto. Bastano 3 minuti!

Compagnie assicurative

Scopri le informazioni e i prodotti delle compagnie del mercato italiano.

Compagnie assicurative

Argomenti in evidenza

Scopri tutte le risorse di Facile.it sui temi più importanti e d'attualità del settore assicurativo.

Guide alle assicurazioni