89 26 26* Lun-Sab 9.00-21.00

Assicurazione auto 2014: a Napoli le tariffe RC auto più care d’Italia

pubblicato da il 1 luglio 2015
Assicurazione auto 2014: a Napoli le tariffe RC auto più care d’Italia

I dati ufficiali IVASS sulle tariffe dell’assicurazione auto obbligatoria nel 2014 hanno consegnato a Napoli il triste primato di provincia più cara d’Italia: lo scorso anno, infatti, i napoletani hanno pagato il 61,3% di RC auto in più rispetto alla media nazionale (766 euro contro 475) e addirittura il 140,9% in più rispetto ai residenti nella provincia di Aosta, dove assicurare la propria vettura costa soltanto 318 euro. Queste cifre, relative ai prezzi medi pagati nelle 21 maggiori province italiane, sono contenute nella relazione sull'attività svolta dall’Istituto di vigilanza nel 2014.

Dietro Napoli le province dove si è pagato di più sono quelle di Reggio Calabria (640 euro), Firenze (560), Bari (549), Roma (549), Bologna (510), Genova (498) e Palermo (492), tutte sopra la media nazionale di 475 euro, a testimonianza del fatto che non è sempre valido l’assioma “città del sud = prezzi più alti”, ma si possono pagare tariffe RC auto salatissime anche in numerose province del centro-nord. La province più convenienti, dopo Aosta, sono invece Campobasso (352 euro), Trento (366, Bolzano (373) e Potenza (382).

Per quanto riguarda invece l’importo medio dei sinistri pagati, capofila è la provincia di Reggio Calabria con 3.120 euro, davanti a Venezia (3.019 euro) e Ancona (2.915). Viceversa a Cagliari (1.986 euro) e a Campobasso (1.999) gli importi pagati sono risultati i più bassi d’Italia. La media nazionale dei sinistri pagati nel 2014 è stata di 2.380 euro.

I dati IVASS hanno messo in evidenza anche il numero totale dei sinistri in relazione gli importi pagati: nella provincia di Napoli i primi sono aumentati del 16,3% rispetto al 2013, mentre gli importi hanno registrato un incremento del 22,3%. Al secondo posto Trieste con un incremento del numero dei sinistri del 9%, mentre gli importi sono saliti del 27,1%. A L’Aquila è invece sceso il numero dei sinistri (-9,1%) ma gli importi sono cresciuti (+2,6%), e infine a Cagliari sono stati questi ultimi a calare in modo rilevante (-19,2%) mentre il numero degli incidenti è rimasto più o meno stabile.

L’ultima analisi dell’IVASS sulle tariffe RC auto nel 2014 ha preso in esame il tasso di mobilità: la provincia di Bologna è stata quella dove più assicurati (il 19%) hanno scelto di cambiare compagnia durante l’anno, ottenendo in cambio un ottimo sconto del 17,3% contro il 4,3% di chi non ha cambiato assicurazione. La provincia dove si sono registrati meno cambi è invece Trento (solo il 10%, ma chi l’ha fatto ha risparmiato addirittura il 30,6%). Il dato medio a livello nazionale si è attestato al 15,2%, con un risparmio medio di 123 euro pari al 21,8%, mentre chi ha deciso di rimanere con la stessa compagnia ha risparmiato solo 24 euro, cioè il 5%.

Vota la news:

Valutazione media: 4,0 su 5 (basata su 17 voti)

Offerte confrontate

Confronta le migliori offerte di assicurazioni on line su Facile.it e risparmia fino a 500€ sulla polizza auto. Bastano 3 minuti!

Compagnie assicurative

Scopri le informazioni e i prodotti delle compagnie del mercato italiano.

Compagnie assicurative

Argomenti in evidenza

Scopri tutte le risorse di Facile.it sui temi più importanti e d'attualità del settore assicurativo.

Guide alle assicurazioni