89 26 26 Lun-Sab 9.00-21.00
Assicurazioni: Guida

L'indennizzo diretto: cos'è e come funziona

In seguito al Decreto Bersani, a partire dal 1° febbraio 2007 è stata introdotta un’importante innovazione in ambito assicurativo, nota come indennizzo o risarcimento diretto. Tale norma prevede che, se si rimane coinvolti in un incidente di cui non si è responsabili o di cui si è responsabili solo in parte, il rimborso vada richiesto direttamente alla propria compagnia e non a quella della controparte che ha causato il sinistro.

Condizioni di applicabilità

  • L’incidente deve aver coinvolto solo e soltanto due veicoli a motore identificati, assicurati  ed immatricolati in Italia, nella Repubblica di San Marino o nello Stato del Vaticano.
  • Per il risarcimento dei danni fisici riportati dal conducente, è necessario che questi non superino il 9% di invalidità permanente.
  • L'indennizzo diretto viene applicato anche qualora terzi trasportati abbiano presentato lesioni gravi (superiori al 9%).

Fanno eccezione

  • I casi di incidente avvenuto fuori dall’Italia, dalla Repubblica di San Marino o dallo Stato del Vaticano.
  • I casi in cui la controparte risieda all’estero.
  • I casi in cui siano stati coinvolti più di due veicoli.
  • Gli incidenti in cui il conducente abbia riportato danni gravi, cioè lesioni superiori al 9% di invalidità permanente. In questo caso, è comunque possibile richiedere il risarcimento per i danni alle cose e al veicolo.
  • I casi in cui nell’incidente sia coinvolto almeno un ciclomotore non munito del nuovo sistema di targatura previsto dal D.P.R. 6 marzo 2006, n.153.

Modalità della richiesta di risarcimento

La richiesta di indennizzo deve essere presentata, unitamente alla denuncia e al Modulo Blu, alla compagnia assicurativa (anche attraverso il proprio Broker) a mano, via lettera raccomandata a. r., via fax o via posta elettronica. È importante, per lo svolgimento delle operazioni richieste, che la domanda sia compilata con esattezza in ogni sua parte.

Tempistiche

Una volta ricevuta la richiesta di risarcimento completa in ogni sua parte, l’assicuratore è tenuto a presentare l’offerta di indennizzo:

  • entro 60 giorni dal ricevimento della richiesta, per i danni al veicolo e alle cose (questo limite viene ridotto a 30 giorni nel caso in cui entrambi i conducenti abbiano sottoscritto il modulo di constatazione amichevole);
  • entro 90 giorni dal ricevimento della richiesta, per i danni alle persone.

Se l’assicurato dichiara di accettare la proposta di risarcimento, questo deve essere effettuato entro 15 giorni. Qualora la richiesta presentata non fosse completa, la Compagnia assicurativa è tenuta a richiedere le integrazioni necessarie entro 30 giorni. In caso di rifiuto di indennizzo, la Compagnia è tenuta a inviare entro 30 giorni via raccomandata con ricevuta di ritorno le ragioni dell’avvenuta esclusione.

Vota la guida:

Valutazione media: 4,4 su 5 (28 voti)

Tutte le guide »

Servizi confrontati

Confronta i preventivi delle migliori compagnie assicurative e risparmia. Bastano 3 minuti!

Informazioni societarie

  • Ragione sociale:
  • Telefono (servizio clienti):
  • Fax:
  • E-mail:
  • Indirizzo:

News più lette

Guide più lette

Compagnie assicurative

Scopri le informazioni e i prodotti delle principali compagnie del mercato italiano. Tutte le compagnie »

Compagnie

Le compagnie partner di Facile.it sono gli operatori principali del mercato. Tutte le compagnie »

Fornitori

Scopri chi sono gli operatori energetici confrontati su Facile.it. Tutte le compagnie »

Banche e finanziarie

Su Facile.it puoi confrontare i prodotti delle migliori banche e finanziarie operanti in Italia.