89 26 26* Lun-Sab 9.00-21.00

Velocità ADSL: dallo speedtest al miglioramento della connessione

pubblicato da il 11 ottobre 2015
Velocità ADSL: dallo speedtest al miglioramento della connessione

Una buona connessione ADSL deve garantire il giusto equilibrio tra la velocità e stabilità di navigazione in internet. Nell’era delle offerte commerciali che promettono performance elevate, sia per l’ADSL sia per la più recente tecnologia in fibra ottica, si tratta di un presupposto indispensabile per comprendere il funzionamento della connettività a banda larga e ultralarga. In aiuto dell’utente, spesso alle prese con velocità ADSL non all’altezza delle aspettative, ci sono gli speedtest.

Si tratta di strumenti online o piccoli software da scaricare sul PC, solitamente messi a disposizione dagli stessi operatori di telefonia o reperibili sui siti web specializzati, che prendono in considerazione tre caratteristiche fondamentali della connessione ADSL: il ping, la velocità di download e la velocità di upload.

Il ping o latenza non è altro che il tempo impiegato da un piccolo pacchetto di dati per raggiungere un altro computer connesso a internet, solitamente un server vicino, e tornare indietro: più basso è il numero di millisecondi impiegato per completare l’operazione meglio è per l’utente. Nell’era delle console multiplayer e dello streaming online, tempi bassi di ping sono importanti per la fruizione fluida dei contenuti e spesso fanno la differenza tra una ADSL e l’altra, come e più della velocità.

A proposito di velocità dell'ADSL, va poi fatta la distinzione tra download e upload. Quando sentiamo parlare di velocità fino a 20 Mega o fino a 7 Mega, si tratta di velocità di download, ovvero di scaricamento. Per anni, i gestori si sono dati battaglia su questo parametro, alzando il tiro spesso a discapito dei prezzi e della qualità del servizio, ma oggi non è più così: vale il discorso fatto per il ping, tanto che oggi l’upload è diventato un parametro importante nella scelta tra le varie offerte ADSL.

E se lo speedtest dimostra che l’ADSL non raggiunge la velocità dell’offerta? Prima di tutto, è bene considerare la differenza tra la velocità effettiva e quella nominale (o commerciale): la prima corrisponde alla velocità che sperimentiamo in fase di utilizzo, mentre la seconda è la massima velocità raggiungibile e su questa incidono diversi fattori, come la distanza dalla centrale telefonica. Se la forbice è molto ampia occorre spulciare le condizioni contrattuali dell’offerta sottoscritta alla ricerca della banda minima garantita dall’operatore: attraverso gli speedtest è possibile verificare se il servizio acquistato non è conforme e procedere con un reclamo.

A tal proposito, da qualche tempo è stato istituito dall’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni un servizio chiamato Misura Internet: si tratta dello speedtest ufficiale dell’Agcom, l’unico che attraverso il software Ne.Me.Sys. consente di certificare le performance della connessione ADSL ed avere un documento che ne attesta l’effettiva lentezza. Con questo report in mano, in caso di mancato raggiungimento della banda minima garantita, il cliente ha la facoltà di recedere dal contratto sottoscritto senza le eventuali penali.

Vota la news:

Valutazione media: 5,0 su 5 (basata su 20 voti)

Offerte confrontate

Confronta le tariffe ADSL dei maggiori operatori, scegli l'offerta più conveniente per te e richiedi l'attivazione on line.

Compagnie telefoniche

Le compagnie partner di Facile.it sono gli operatori principali del mercato.

Compagnie telefoniche

Argomenti in evidenza

Scopri le risorse di Facile.it su alcuni dei temi più ricercati nel settore internet ADSL.

Guide all'ADSL

Ti serve aiuto?

Vuoi trovare l'offerta più adatta a te? Compila il form per essere ricontattato.

Invia
Informativa privacy