02 55 55 999 Lun-Sab 9.00-21.00

Italia al palo nell’ICT: l’era digitale è ancora lontana

pubblicato da il 26 aprile 2013
Italia al palo nell’ICT: l’era digitale è ancora lontana

La ripresa economica passa da una maggiore informatizzazione del Paese. A dirlo è il Global Information Technology Report 2013 del World Economic Forum, il rapporto annuale sul grado di penetrazione delle Tecnologie dell'informazione e della comunicazione - ICT, che relega l’Italia ad un poco lusinghiero 50° posto su 144 nazioni.

Nell’era in cui l’ICT risulta fondamentale per la competitività sui mercati, con riflessi diretti sul PIL, l’Italia si scopre digitalmente più arretrata di Paesi come Malta, Portogallo, Cile e Spagna, ma anche di Barbados, Kazakistan, Panama, Giordania e Montenegro. Alla base di questo allarme c’è una serie di 54 indicatori, chiamati a misurare i seguenti  aspetti chiave: infrastrutture ICT con relativi costi di accesso e competenze per l’uso ottimale; diffusione e utilizzo dell’ICT tra governi, imprese e individui; quadro politico e normativo che regola imprenditoria e innovazione; impatti economici e sociali provenienti dall’ICT.

Con il suo 50° posto, l’Italia deve prendere esempio dalle nazioni virtuose che guidano la top ten, molte delle quali europee. In vetta alla classifica del World Economic Forum, infatti, troviamo la Finlandia, seguita nell’ordine da Singapore, Svezia, Paesi Bassi, Norvegia, Svizzera, Regno Unito e Danimarca. In nona posizione gli Stati Uniti, davanti all’altro colosso Taiwan - Cina. «I benefici dell’ICT sono ormai ampiamente riconosciuti come un mezzo importante per ottimizzare la produttività, liberare le risorse, stimolare l'innovazione e creare posti di lavoro», ha commentato Bilbao-Osorio, economista e redattore del rapporto.

Gli fa eco il coordinatore Bruno Lanvin: «Quest’analisi mostra come adeguare gli investimenti nell’ICT, con risorse per competenze e innovazione, possa aiutare le economie ad attraversare una 'soglia magica', oltre la quale il ritorno sugli investimenti aumenta in modo significativo. I singoli Paesi devono individuare ciò che li separa dal raggiungimento di tale soglia, al fine di soddisfare la crescita a lungo termine, la competitività e l'innovazione».

Vota la news:

Valutazione media: 4,0 su 5 (basata su 17 voti)

Offerte confrontate

Confronta le tariffe ADSL dei maggiori operatori, scegli l'offerta più conveniente per te e richiedi l'attivazione on line.

Compagnie telefoniche

Le compagnie partner di Facile.it sono gli operatori principali del mercato.

Compagnie telefoniche

Guide all'ADSL

Ti serve aiuto?

Vuoi trovare l'offerta più adatta a te? Compila il form per essere ricontattato.

Invia
Informativa privacy