02 55 55 999 Lun-Sab 9.00-21.00

Nuovi edifici: da luglio 2015 obbligo predisposizione banda larga

pubblicato da il 24 ottobre 2014
Nuovi edifici: da luglio 2015 obbligo predisposizione banda larga

La banda larga entra nelle case degli italiani e, stavolta, lo dice la legge. La recente approvazione di un emendamento alla legge di conversione del decreto Sblocca Italia, infatti, fissa per il 1° luglio 2015 la data entro la quale tutti i nuovi edifici e quelli sottoposti a ristrutturazione “pesante” dovranno risultare predisposti all’accesso a internet veloce.

Mentre le compagnie telefoniche proseguono a ritmo serrato con la copertura del Paese con le reti di nuova generazione, spinti dal mercato e dalla roadmap europea, anche il settore dell’edilizia dovrà darsi da fare per l’ammodernamento del Paese. Dal mese di luglio 2015, come accennato, gli edifici di nuova costruzione e quelli soggetti a ristrutturazioni importanti dovranno guadagnarsi l’etichetta di “Predisposto alla banda larga” per internet a casa, rilasciata da appositi tecnici e, come avviene già oggi con le certificazioni energetiche, utilizzabile al momento in cui avviene la vendita, la locazione o la cessione dell’immobile in questione.

Nella realtà, in cosa si traduce la certificazione di edificio predisposto alla banda larga? In base all’emendamento al decreto Sblocca Italia, presentato dalla relatrice Chiara Braga, l’immobile dovrà essere equipaggiato “di un’infrastruttura fisica multiservizio passiva interna all’edificio, costituita da adeguati spazi istallativi e da impianti di comunicazione ad alta velocità in fibra ottica, fino ai punti terminali di rete”. Ciò significa che i tecnici delle compagnie telefoniche potranno allacciare, senza particolari problemi, l’edificio alla rete di nuova generazione e che i cittadini potranno usufruirne fino all’abitazione con performance di velocità e stabilità pressoché inalterate.

Rimanendo in tema di banda larga e decreto Sblocca Italia, infine, da segnalare il rinnovo delle agevolazioni fiscali per gli scavi, le semplificazioni che hanno nel MISE l’unico interlocutore per le compagnie e la possibile reintroduzione del discusso Catasto delle Reti, anche se limitato alle infrastrutture di banda larga e ultralarga.

Vota la news:

Valutazione media: 4,0 su 5 (basata su 17 voti)

Offerte confrontate

Confronta le tariffe ADSL dei maggiori operatori, scegli l'offerta più conveniente per te e richiedi l'attivazione on line.

Compagnie telefoniche

Le compagnie partner di Facile.it sono gli operatori principali del mercato.

Compagnie telefoniche

Guide all'ADSL

Ti serve aiuto?

Vuoi trovare l'offerta più adatta a te? Compila il form per essere ricontattato.

Invia
Informativa privacy