89 26 26* Lun-Sab 9.00-21.00

Pogorel e Marcus per il futuro della banda larga italiana

pubblicato da il 19 novembre 2013
Pogorel e Marcus per il futuro della banda larga italiana

Enrico Letta si affida a due fuoriclasse stranieri per il rilancio della squadra incaricata di centrare gli obiettivi europei dell’Agenda Digitale: il Presidente del Consiglio dei Ministri ha annunciato “gli ingaggi” del francese Gerard Pogorel, professore emerito dell’Università ParisTech di Parigi, e dello statunitense Scott Marcus, già advisor della Federal Communication Commission.

Il lavoro dei due esperti sarà coordinato da Francesco Caio, il Commissario per l'attuazione dell'Agenda Digitale, e già entro fine anno dovrà portare ad una prima analisi di quanto è stato fatto fino ad oggi per la banda larga in Italia e su quanto ancora c’è da fare, sia in termini strategici sia di investimenti aggiuntivi.

Un lavoro non da poco, quello che attende Pogorel e Marcus, se si considera il ritardo accumulato dall’Italia sugli obiettivi fissati dall’Agenda Digitale per il 2020: un recente studio UE ha rivelato che solo il 14% delle abitazioni italiane è raggiunto dalla banda larga con velocità superiore ai 30 Mbps, contro il 53% della media europea. Per comprendere rapidamente le problematiche di un Paese ancora alle prese con il digital divide e troppo legato alla tecnologia ADSL, il 96,3% delle connessioni veloci contro il 73,8% della media europea, i due esperti arruolati da Enrico Letta lavoreranno a stretto contatto con i gestori, avvalendosi inoltre dei dati raccolti da Agcom, Fondazione Bordoni e Ministero dello Sviluppo Economico.

Il 2020 si avvicina e per il Governo non c’è tempo da perdere, tanto che Pogorel e Marcus si metteranno al lavoro già dalla prossima settimana per portare sul tavolo di Letta la loro valutazione preliminare entro la fine del 2013. La banda larga veloce quale fattore di crescita economica e sociale per i paesi europei, secondo la definizione utilizzata dal commissario Neelie Kroes durante l’ultimo Digital Agenda Annual Forum, è finalmente diventata una priorità anche in Italia.

Probabilmente è servito il “rimprovero europeo” della Kroes, ma la nomina di Pogorel e Marcus lascia intendere una decisa accelerazione dell’Italia verso l’era della banda larga veloce: “Francesco Caio ha in questi mesi definito con chiarezza le priorità di intervento, accelerato la realizzazione dei principali progetti e disegnato una governance per l’Agenzia finalizzandone lo Statuto (oggi al vaglio delle Amministrazioni) – ha spiegato Enrico Letta nella nota in cui si comunica la scelta dei due esperti stranieri - . In concomitanza col Consiglio Europeo di ottobre gli ho chiesto di includere nelle sue attività di attuazione dell’Agenda Digitale la definizione di un processo strutturato che consenta alla Presidenza del Consiglio di avere piena e tempestiva visibilità sull’evoluzione della qualità e degli investimenti nella rete in banda larga: una infrastruttura che questo governo considera essenziale per la competitività del Paese, le sue prospettive di crescita e occupazione e il rispetto degli obiettivi fissati dall’Europa per la digitalizzazione degli Stati Membri”.

Vota la news:

Valutazione media: 4,0 su 5 (basata su 17 voti)

Offerte confrontate

Confronta le tariffe ADSL dei maggiori operatori, scegli l'offerta più conveniente per te e richiedi l'attivazione on line.

Compagnie telefoniche

Le compagnie partner di Facile.it sono gli operatori principali del mercato.

Compagnie telefoniche

Argomenti in evidenza

Scopri le risorse di Facile.it su alcuni dei temi più ricercati nel settore internet ADSL.

Guide all'ADSL

Ti serve aiuto?

Vuoi trovare l'offerta più adatta a te? Compila il form per essere ricontattato.

Invia
Informativa privacy