89 26 26* Lun-Sab 9.00-21.00

Banda larga: Antitrust e Agcom rilanciano la sfida italiana all’internet veloce

pubblicato da il 13 novembre 2014
Banda larga: Antitrust e Agcom rilanciano la sfida italiana all’internet veloce

L’Italia annaspa sul fronte della banda larga e gli obiettivi europei per la copertura completa del Paese entro il 2020 appaiono sempre più lontani. Guardando al futuro, ma anche al presente, Antitrust e Agcom rilanciano la sfida italiana all’internet veloce con un’analisi congiunta, attraverso la quale emerge tutta l’urgenza di interventi rapidi e mirati.

Nonostante i recenti sforzi del Governo e degli operatori telefonici, infatti, la banda larga fa ancora registrare un netto ritardo rispetto al resto d’Europa e tutto ciò rischia di avere serie ripercussioni sul futuro di un Paese già in difficoltà. La questione verte sulla connettività veloce, così come sui servizi ad essa collegati: “La realizzazione delle reti a banda larga è essenziale per raggiungere gli obiettivi dell’Agenda Digitale Europea e per fornire una spinta alla crescita dell’economia”, riporta la nota di Antitrust e Agcom che suona come un monito.

La roadmap indicata delle autorità per la Concorrenza del Mercato e delle Comunicazioni è chiara: in primis la copertura con reti in fibra ottica come “esigenza prioritaria” e, di pari passo, “Proseguire celermente con la digitalizzazione della Pubblica Amministrazione”, il tutto con il contributo delle aziende per gli investimenti “anche in forme di joint venture”.

Parole già sentite, potrebbe controbattere qualcuno, ma che risuonano anche come l’ennesima conferma della roadmap da seguire, seppure tra ritardi cronici e difficoltà storiche di un Paese come il nostro. “Mentre in alcune aree del Paese si assiste a una dinamica concorrenziale da parte degli operatori privati sotto lo stimolo della regolamentazione - spiega l’analisi di Antitrust e Agcom -, in altre si registra una sostanziale assenza di investimenti infrastrutturali. Per questo serve un Piano strategico nazionale per lo sviluppo delle reti di nuova generazione, anche con la previsione di politiche pubbliche a sostegno degli investimenti”.

Traino e conseguenza di questi sforzi devono essere i servizi per il cittadino: “Occorre accelerare la digitalizzazione della Pubblica Amministrazione e, più in generale, promuovere interventi pubblici a sostegno della domanda e dell’offerta di servizi a banda ultra-larga”, recita ancora la nota. In questo scenario di reti e servizi, come accennato, le aziende private sono chiamate a recitare un ruolo da protagonista, attraverso joint-venture capaci di favorire la crescita del Paese, economica e culturale.

Vota la news:

Valutazione media: 4,0 su 5 (basata su 17 voti)

Offerte confrontate

Confronta le tariffe ADSL dei maggiori operatori, scegli l'offerta più conveniente per te e richiedi l'attivazione on line.

Compagnie telefoniche

Le compagnie partner di Facile.it sono gli operatori principali del mercato.

Compagnie telefoniche

Argomenti in evidenza

Scopri le risorse di Facile.it su alcuni dei temi più ricercati nel settore internet ADSL.

Guide all'ADSL

Ti serve aiuto?

Vuoi trovare l'offerta più adatta a te? Compila il form per essere ricontattato.

Invia
Informativa privacy